Evie Launcher: con la 2.0, pronto a diventare un protagonista

Trovare launcher alternativi sul Play Store non è certo difficile – anzi, ce ne sono talmente tanti che è quasi difficile evitarli. Ma sono pochissimi quelli che offrono motivazioni valide a sufficienza per continuare a usarli per più di qualche giorno.

Uno di questi è Evie. Con oltre 500.000 download in poco più di un anno e una media di valutazioni molto alta (4,6 su 5 al momento), Evie Launcher non può più essere considerato una moda passeggera; e ciò è specialmente vero da quando è stato aggiornato alla versione 2.0. Ha un’impostazione convenzionale quanto basta per mettere a proprio agio gli utenti abituati a Nova, Action, Pixel/Nexus e gli altri, ma allo stesso tempo una sua personalità, un suo stile ben riconoscibile.

L’aggiornamento alla versione 2.0 è stato un salto di qualità importante, ma anche una virata netta rispetto a quanto proposto in precedenza: ora assomiglia molto di più al Launcher predefinito dei Pixel. Se l’avevate provata prima e non vi aveva convinto, vale la pena riprovarla.

Semplicità e immediatezza rimangono comunque le direttive principali. Le gesture chiave sono lo swipe verso l’alto, per richiamare il drawer delle app (stile Pixel, appunto), e lo swipe verso il basso, per la ricerca universale. Non c’è la dock, anche se si può abilitare nelle opzioni. C’è da dire che lo stile di Evie invoglia a minimizzare i contenuti del proprio desktop, fino all’uso di un layout a pagina singola – in cui la dock è fondamentalmente superflua.

Ricerca universale in locale e online

È proprio la ricerca universale la caratteristica peculiare di Evie 2.0. Funziona sia in locale che su Internet: include app, contatti, impostazioni, ricerche online, ristoranti e luoghi d’interesse nelle vicinanze e molto altro. In generale è una grande aggiunta, più che altro per la semplicità di attivazione (swipe verso il basso, tap sulla Home, widget in alto).

Perché sì e perché no:

Quale sia la specifica combinazione di funzionalità, look e opzioni che funzionano meglio per ciascuno di noi è impossibile a dirsi. Per quanto mi riguarda, posso dire di preferire Evie al mio fidato Action 3 Pro per la maggior immediatezza, l’ottima implementazione/grafica delle cartelle e la grafica molto ben riuscita. Il menu delle impostazioni, per quanto non vasto come su Nova o Action, è meglio organizzato e razionale. Un plus da considerare, anche se per il mio uso non essenziali, sono i contatori di notifiche non lette già a un livello piuttosto maturo. Le app sono organizzate in due “livelli”, basate sul grado di affidabilità. Quello alto è poco popolato, però.

Per contro, di Action 3 mi mancano le Cover (cartelle speciali per cui un tap apre la prima app, uno swipe verso l’alto apre la cartella), le maggiori possibilità di personalizzazione di estetica e di layout, e i Launcher Shortcut derivati da Pixel.

Le Cover, in particolare, incidono davvero tantissimo sul mio livello di fedeltà ad Action, anche se mi costringono a disabilitare lo swipe verso l’alto per aprire il drawer. Nonostante questo, il testa a testa con Evie è molto combattuto, e non sono ancora riuscito a decretare un vincitore definitivo. Comunque, visto che è gratis, non c’è ragione per non provarlo di persona, giusto?

Via|hdblog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *