Gear S3 classic, il nuovo, “grande”, smartwatch di Samsung | Recensione

Il Gear S3 è realizzato in due varianti, la Frontier, caratterizzata da un design più sportivo, e la Classic, più sobria ed elegante, oggetto di questa recensione.

Samsung Gear S3 Classic

Quello che mi ha subito colpito sono le dimensioni, decisamente importanti, che lo rendono sicuramente più adatto ad un polso maschile. Opinione personale, avendo un polso abbastanza piccolo trovo questo Gear S3 un po’ troppo grande per i miei gusti.

Di contro avevo trovato un po’ troppo piccolo il Gear S2 classic. Ci vorrebbe una via di mezzo. Rispetto ai 39,9 millimetri del Gear S2, infatti, saliamo con il Gear S3 ad un diametro di ben 46 millimetri. Aumenta anche il peso. Si passa dai 42 grammi di Gear S2 ai 59 grammi di questo S3.

Gear S3 vs Gear S2

Il cinturino di serie è in pelle di buona qualità ed è possibile cambiarlo facilmente con con altri standard da 22mm. La cassa è realizzata in acciaio inossidabile 316L ma la scocca inferiore è in plastica. Sul fondo è posizionato il sensore per il rilevamento del battito cardiaco.

Lateralmente, sempre in metallo, ci sono i tasti back ed home, un microfono ed uno speaker che offre una discreta qualità ed un volume abbastanza elevato. Nessun problema, quindi, sia per ascoltare notifiche, segnalate anche tramite vibrazione, che per effettuare chiamate vocali anche in ambienti un po’ più rumorosi.

  • Dimensioni: 46 x 49 x 12,9
  • Peso: 57 grammi
  • Sistema operativo: Tizen Based Wearable Platform 2.3.2
  • Display: Circolare da 1,3” Super AMOLED, 360 x 360, 278ppi (AOD)
  • Processore: Exynos 7270 dual core da 1.0GHz
  • Memoria: Memoria interna da 4GB, 768MB RAM
  • Connettività: Bluetooth 4.2, Wi-Fi b/g/n, NFC, MST, GPS/Glonass
  • Sensori: Accelerometro, giroscopio, barometro, cardiofrequenzimetro, luce ambiente
  • Batteria: 380mAh con ricarica wireless (WPC a induzione)

Il Gear S3 è resistente ad acqua e polvere con certificazione IP68, caratteristica immancabile per un orologio a mio avvio, e può quindi essere immerso fino ad 1 metro e mezzo per circa 30 minuti. Per un utilizzo più sportivo consiglio di utilizzare un cinturino in gomma.

Immancabile anche su questo Gear S3 la comoda ghiera girevole, morbida e precisa, che oltre a permetterci di navigare all’interno dell’interfaccia utente consente anche di rispondere o rifiutare una chiamata in arrivo ruotandola verso destra o sinistra.

Display e Batteria

Uno dei punti di forza di questo Gear S3 è sicuramente il display, un AMOLED da 1.3 pollici con risoluzione di 360×360 pixel ed una densità di 278ppi è protetto da un vetro Gorilla Glass SR+, appositamente pensato per questo tipo di device. Sempre ottima la visibilità di questo pannello, anche alla luce diretta del sole, sia grazie al trattamento oleofobico del vetro che ad un sensore di luce ambientale che riesce a regolare sempre al meglio la retroilluminazione. Migliora la funzionalità Always On Display che consente di mantenere sempre visibile il quadrante, ora anche con eventuali colori, senza andare ad incidere significativamente sui consumi.

La batteria è da 380mAh e viene ricaricata tramite l’apposita basetta ad induzione. Samsung ha dichiarato un’autonomia di 3/4 giorni, evidentemente con un utilizzo non particolarmente intenso. Nel mio uso quotidiano, infatti, sono riuscito mediamente a coprire quasi un paio di giorni ricevendo tante notifiche ed effettuando diverse chiamate vocali. E’ sicuramente positivo il fatto che la batteria possa durare ben più di un giorno ma in caso di un weekend fuori casa è meglio portarsi la basetta in valigia.

L’autonomia, tuttavia, può variare molto a seconda del tipo di utilizzo. Durante il monitoraggio dell’attività sportiva, ad esempio, tendendo attivi sensori e GPS il consumo sarà decisamente maggiore. In caso di necessità è comunque presente anche un sistema di risparmio energetico che attiva una schermata in scala di grigio e va a limitare tutte le funzionalità.

Hardware e Software

Per quanto riguarda il resto dell’hardware abbiamo un processore Exynos 7270 dual core da 1.0GHz, 768MB di memoria RAM e 4GB di memoria per applicazioni e file multimediali. Oltre al Bluetooth 4.2 è presente anche l’NFC ed il Wi-Fi b/g/n. Samsung ha anche annunciato una versione LTE, con SIM virtuale integrata, che al momento non è prevista in Italia. Come sensori, su questo Gear S3 troviamo anche un barometro, giroscopio ed un accelerometro.

Samsung continua ad utilizzare la sua piattaforma operativa Tizen che si dimostra veloce ed affidabile, priva di rallentamenti. La versione installata è la 2.3.2. L’interfaccia circolare è molto intuitiva e semplice da utilizzare. Anche le applicazioni sono sempre rapide ad avviarsi e sono davvero tante le impostazioni a nostra disposizione che ci offrono ampie possibilità di personalizzazione.

La navigazione dell’interfaccia può avvenire sia tramite swipe sul display sia tramite la rotazione della ghiera. Sulla destra del quadrante dell’orologio vengono mostrate le notifiche, sulla sinistra i vari widget.

Uno swipe verso il basso mostra il centro di controllo da dove possiamo vedere lo stato di carica della batteria e della connessione, accedere rapidamente al player musicale, regolare volume e retroilluminazione, disattivare le notifiche o impostare la modalità aereo. Tenendo premuto il tasto home possiamo attivare il risparmio energetico, aumentare la sensibilità del display o spegnere il Gear S3.

Quadranti ed applicazioni, oltre che tramite l’app Gear per smartphone, possono essere anche installate direttamente dal Gear S3. Molte applicazioni native sono state completamente rinnovate dal punto di vista estetico e funzionale e sono stati preinstallati anche tanti nuovi quadranti, tutti molto personalizzabili in colorazioni e funzionalità.

Per gli amanti del fitness ma anche per chi vuole più semplicemente monitorare la propria attività motoria, S Health offre davvero tante funzionalità e riesce anche a riconoscere automaticamente sei diversi tipi di esercizi e la qualità del sonno. Grazie al GPS integrato, attivabile o disattivabile tramite impostazioni, possiamo tenere traccia dei nostri percorsi anche senza avere uno smartphone connesso.

In caso di emergenza, è possibile attivare una funzione SOS premendo tre volte il tasto home. In tal modo verranno inviati in automatico una chiamata o un messaggio con la nostra posizione ad un contatto predefinito.

Non manca la funzione S Voice che ci consente di effettuare chiamate, inviare messaggi, prendere note, ricercare info sul web ed altro. Non ci troviamo difronte ad un vero e proprio assistente vocale ma, tutto sommato, funziona. Possiamo attivare S Voice sia associandolo alla pressione del tasto home, sia tramite apposita icona che tramite riconoscimento vocale.

Per utilizzare il Gear S3 è necessario installare l’applicazione Gear disponibile sul Play Store. Al momento sono compatibili unicamente gli smartphone basati su Android dalla release 4.4 in su e con almeno 1.5GB di memoria RAM. Probabile che in futuro possa arrivare anche il supporto alla piattaforma iOS di Apple.

Conclusioni

Il Gear S3 arriverà sul mercato italiano nei primi giorni di Dicembre ad un prezzo di listino di 429 euro, un po’ in più rispetto a quanto annunciato in fase di presentazione. Un prezzo decisamente elevato (che metto tra i contro) per questo smartwatch che ho utilizzato con molto piacere anche se, come detto, ho trovato un po’ troppo grande per i miei gusti (altro contro).

Sono comunque tanti i punti a favore di questo Gear S3. Tra questi la qualità dei materiali utilizzati, il display, e la resistenza ad acqua e polvere. Ho particolarmente apprezzato anche la qualità ed il volume offerto dallo speaker ma mi sarei aspettato un’autonomia maggiore. Positivo anche il fatto che sono in aumento le applicazioni disponibili per questa piattaforma che ci consentiranno di aumentare le possibilità di utilizzo.

Via|HdBlog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *